martedì 29 novembre 2022   
  Cerca  
 
wwwalkemia.gif
  Login  
Alkemia International » Sondaggio di Al Jazeera su Al Zarkawi  
Sondaggio di Al Jazeera su Al  Zarkawi

Il 71,7% si è detto  «rattristrato», il 15,4% soddisfatto
 
La televisione satellitare del  Qatar ha chiesto ai suoi spettatori come hanno accolto la notizia della  morte del terrorista

 

 
Abu Musab Al  Zarkawi è stato un assassino spietato, un tagliagole, un mandante  di uomini-bomba. E secondo le ultime rivelazioni stava preparando azioni  per inasprire il conflitto civile-religioso in Iraq: non solo sunniti  contro sciiti, ma sciiti contro sciiti. Eppure a giudicare da certe  reazioni l’immagine di Uomo Nero non è condivisa da tutti. La televisione  satellitare del Qatar «Al Jazeera» ha promosso un sondaggio sul sito  Internet chiedendo: «Come hai accolto la notizia dell’uccisione di Al  Zarkawi?». Al quesito hanno risposto 56.323 persone così divise: il 71,7%  si è detto «rattristrato», il 15,4% ha manifestato soddisfazione per la  fine del terrorista, il 12,9% si è detto «indifferente». Sono dati su cui  riflettere anche se ovviamente si tratta di un sondaggio limitato nei  numeri e dunque non si può generalizzare.

Ma è innegabile che vi  siano settori dell’opinione pubblica araba dove Al Zarkawi è visto  come Osama Bin Laden: un vendicatore dei torti storici e politici patiti  per mano dell’Occidente. Vi sono persone che non hanno alcuna intenzione  di associarsi a gruppi oltranzisti, nè pensano di prendere le armi, ma nel  fondo del cuore ritengono che le tattiche degli estremisti costituiscano  «una risposta legittima». E chi ricorda loro le imprese di sangue di Al  Zarkawi rispondono citando gli eccessi della guerra al terrorismo, dal  carcere di Guantanamo alle uccisioni indiscriminate di Haditha in Iraq.  Per questo gli ideologici qaedisti presentano la Jihad come un atto di  difesa, in nome del quale tutto è possibile. Compreso tagliare la testa ad  un ostaggio.
DotNetNuke® is copyright 2002-2022 by DotNetNuke Corporation