venerdì 21 gennaio 2022   
  Cerca  
 
wwwalkemia.gif
  Login  
Archivio » Alkemia in Libano  

ALKEMIA IN LIBANO !! chisiamo1.gif

TRE MODENESI NELLA DELEGAZIONE ITALIANA IN PARTENZA PER IL LIBANO

Sono ormai alcuni anni che una delegazione italiana si reca in Libano per commemorare l’eccidio di Sabra e Chatila.
Tale delegazione si muoverà sul territorio libanese, nei campi profughi del sud, in coordinamento con Ong palestinesi e arabe in Libano, con il direttore del quotidiano progressista libanese Talal Salman e con le autorità locali del comune di Gobheiri (il municipio di Beirut nel cui territorio si trova il campo di  Chatila).
A differenza degli anni passati, la delegazione, che si recherà in quei territori dal 11 al 17 settembre prossimo, avrà non solo il compito di commemorare l’eccidio, ma anche di verificare quanto avvenuto in Libano, dopo l’offensiva israeliana.
Alla delegazione nazionale composta da 25 persone, parteciperanno anche tre modenesi:
Goretta Bonacorsi – Gruppo Palestina del “Forum sociale di Modena”.
Novara Flavio Costantino Mario – Giornalista, Direttore e tra i fondatori del periodico on-line d’informazione e cultura “Alkemia.com”.
Mirca Garuti - Gruppo Palestina del “Forum sociale di Modena”, collaboratrice del periodico on-line d’informazione e cultura “Alkemia.com” e della pubblicazione “Modena Comune Multiplo”.

conflibano.jpg

La decisione di partecipare a questa delegazione nasce dalla necessità di promuovere, per non dimenticare, quanto avvenuto durante l’eccidio del 1982 e per chiedere che sia resa giustizia alle vittime.
Bisogna che l’opinione pubblica non dimentichi la tragica situazione dei profughi palestinesi in Libano anche perché quanto sta avvenendo oggi, evidenzia ancor più il tentativo di rendere instabile la situazione geopolitica di quell’area del mondo.E’ indispensabile, se si vuole arrivare ad una vera  pace, che vengano riconosciuti i loro diritti per quanto riguarda il lavoro, la proprietà immobiliare, la sanità e l’istruzione.
Il programma del viaggio prevede la visita ai campi profughi palestinesi  (Beirut, Tripoli, Sidone, Valle della Beqaa) per esprimere solidarietà ai rifugiati e ai parenti delle vittime dell’eccidio del 1982 e dell’ultimo evento bellico.
Anche quest’anno infatti, saranno depositato dei fiori nel giorno dell’anniversario della strage, alla fossa comune all’ingresso del campo di Chatila con le Ong palestinesi, i rappresentanti del comune di Ghobeiry, le forze politiche palestinesi e libanesi della periferia.

Ascolta o scarica la Conferenza stampa  mp34.gif  frecce_02.gif
DotNetNuke® is copyright 2002-2022 by DotNetNuke Corporation