giovedì 20 gennaio 2022   
  Cerca  
 
wwwalkemia.gif
  Login  
Natura e salute » La stitichezza  

LA STITICHEZZA

La stitichezza è una diffusissima affezione che possiamo trovare a tutte le età: dai bambini fino all’età avanzata; consiste in un ritardo, più o meno accentuato, nell’evacuazione del bolo fecale rispetto al ritmo con cui essa si verifica normalmente.

Le cause possono essere molteplici:

alimentazione scorretta e squilibrata
scarsa ingestione di liquidi durante la giornata
scarso movimento e vita sedentaria
scarsa ingestione di fibre
problemi strutturali propri dell’intestino

Normalmente alla condizione di stitichezza si associano una serie di altri disturbi, in quanto la sintomatologia tende a ridurre ancora di più la funzionalità intestinale, tra cui: gonfiore addominale, difficoltà di digestione, senso di pesantezza, mal di testa, stanchezza, dolori addominali.

Se non riusciamo ad eliminare il problema con abitudini alimentari adeguate, associate a movimento ed a una corretta ingestione di liquidi, la natura ci mette a disposizione dei rimedi utili per affrontare al meglio il problema: dal più blando al più forte.

Le piante che possono essere utilizzate sono tante, l’importante è che siano scelte e utilizzate in base al tipo di stitichezza: blanda oppure cronica.

I rimedi più delicati prevedono l’impiego di piante ricche di mucillagini, che lubrificano il transito intestinale e ne facilitano l’eliminazione. tra queste: malva, lino, altea, glucomannano, psillio.

In erboristeria possiamo trovare anche delle piante che richiamano acqua a livello intestinale, idratano il bolo fecale e ne facilitano il transito.tra queste tamarindo, mannite da fruttosio. Altro importantissimo comportamento alimentare da seguire è mangiare, ogni giorno, frutta e verdura assortita.

I rimedi più forti in caso di stitichezza cronica, da utilizzare solo in caso di effettivo bisogno e non in modo continuativo nel tempo, prevedono l’impiego di piante che provocano lo svuotamento dell’intestino stimolando la muscolatura.tra queste frangula, senna, rabarbaro, cascara.

Come accennato in precedenza, con la stitichezza possono insorgere anche senso di pesantezza, gonfiore e difficoltà di digestione. I rimedi per ridurre questi sintomi sono associare alle piante indicate in precedenza:

- finocchio, carvi, cumino, anice e coriandolo: che riducono il gonfiore

- melissa e camomilla: che rilassano la tensione addominale rendendo le pareti delle stomaco meno contratte.

Fermo restando che per ridurre o eliminare il problema, in caso di stitichezza non cronica, bastano semplici comportamenti di vita, come fare più movimento, bere più acqua, masticare più lentamente, introdurre nella propria alimentazione frutta e verdura.

Dott.ssa Daniela Tasselli

Centro naturale San Francesco – Rubiera (Re)


DotNetNuke® is copyright 2002-2022 by DotNetNuke Corporation